Religiosità della gente di mare


La preghiera è sempre stata fonte di fede per tutte le genti e praticata in qualsiasi latitudine; lo è ancor più per i naviganti che collettivamente, nei momenti del pericolo, o singolarmente, nel buio della propria cuccetta, hanno trovato conforto e speranza col colloquio diretto con Dio.

Abbiamo perciò riunito qui di seguito tre di quelle più significative per i nostri marinai. La prima dedicata a coloro non più ritornati a riva; la seconda scritta dal Fogazzaro per gli uomini della Marina Militare ed infine la terza quella che si recita nelle commemorazioni e nelle Messe dedicate alla gente di mare ed intitolata ” Preghiera dei Naviganti”

In esse sono racchiusi tutti i sentimenti più genuini, i timori più veri, gli stati d` animo quotidiani, le speranze e le attese di ogni uomo di mare a qualsiasi nazione o religione appartenga.

PREGHIERA PER I MARITTIMI DEFUNTI
liberamente tratta dal libro di R. Cisternino e G. Porcaro
” LA MARINA MERCANTILE NAPOLETANA ” 


BENEDICI, O SIGNORE,
NEL CANTO ETERNO DEL MARE
I VALOROSI MARINAI DEL NOSTRO GOLFO
E TUTTI I FIGLI DEI GOLFI DEL MONDO
GIÀ GIUNTI ALL’ ULTIMA SPONDA.
ESSI CONOBBERO L’ URLO DELLA TEMPESTA
E LO STRAZIO DEL NAUFRAGIO;
LA SFIDA DEI VENTI E L’ INSULTO DELLA GUERRA;
LA NOSTALGIA DELLA CASA
ED IL FORZATO DISTACCO DAI PROPRI AFFETTI;
LA RINUNCIA ALLE GIOE FAMIGLIARI
ED IL SOLITARIO DOLORE DEI PROPRI LUTTI.
NAVIGARONO NON DA VANITA’ SPINTI
O DA BRAMOSIA DI GLORIA
MA SOLO DA OBBEDIENZA AL PROPRIO DOVERE
E AL PROPRIO ONORE.
BENEDICILI O SIGNORE !

Fortunato Imperato Ottobre 1999

PREGHIERA DEL MARINAIO
(Marina Militare)
Autore: Antonio Fogazzaro (11 Gennaio 1902) recitata la prima volta sull’ Incr.GARIBALDI

A Te – o grande eterno Iddio
Signore del cielo e dell’ abisso
cui obbediscono i venti e le onde
noi, uomini di mare e di guerra
Ufficiali e marinai d’ Italia
da questa sacra nave armata della Patria
leviamo i cuori!
Salva ed esalta nella Tua fede
O grande Iddio, la nostra nazione
Da giusta gloria e potenza alla nostra Bandiera
Comanda che le tempeste ed i flutti servano a lei
Poni sul nemico il terrore di lei
Fa che per sempre la cingano in difesa petti di ferro
Più forti del ferro che cinge questa nave
A Lei per sempre dona vittoria
Benedici o Signore le nostre case lontane, le cari genti.
Benedici nella cadente notte il riposo del popolo.
Benedici noi che, per esso, vegliamo in armi sul mare.

BENEDICI !

PREGHIERA DEI NAVIGANTI
(Marina Mercantile – Stella Maris)

Al calar della sera, , noi uomini di mare a Te leviamo o Signore la nostra preghiera ed i nostri cuori: i vivi sulle navi, i morti in fondo al mare.
Fa che la notte passi serena per chi veglia nel lavoro, per chi stanco si riposa.
Fa che ogni navigante, prima del sonno, si segni col tuo segno, nel Tuo amore, nel Tuo perdono ed in pace coi fratelli.
Fa che ogni nave conservi la sua rotta ed ogni navigante la sua fede.
Comanda ai venti ed alle onde di non cimentare la nostra nave, comanda al Maligno di non tentare i nostri cuori.
Conforta la nostra solitudine con il ricordo dei nostri cari, la nostra malinconia con la speranza del domani, le nostre inquietudini con la certezza del ritorno.
Benedici le famiglie che lasciammo sulla riva;
Benedici la nostra Patria e tutte le Patrie dei naviganti, che il mare unisce e non divide:
Benedici chi lavora sul mare per meritarsi il pane quotidiano;
Benedici chi lavora sui libri per meritarsi il mare;
Benedici chi in fondo al mare attende la Tua luce ed il Tuo perdono.
E COSÌ SIA!